Area riservata

 
 
 

Ediliza Veronese




LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Risparmio energetico dei condomini – La disciplina delle cd. “fasce deboli”

L’ANCE fornisce un focus sul nuovo meccanismo alternativo di fruizione della detrazione IRPEF/IRES del 65% per interventi, effettuati nel corso del 2016, di riqualificazione energetica sulle parti comuni condominiali degli edifici, a favore delle persone fisiche appartenenti alle cd. “fasce deboli”.

In particolare, in un vademecum riepilogativo, viene illustrata la disciplina fiscale, l’ambito applicativo e le modalità operative del nuovo meccanismo di fruizione del beneficio che riconosce, in sostanza, la possibilità di godere della detrazione fiscale anche ai cd. “soggetti incapienti”. Come noto, viene previsto che tali soggetti possono optare, in luogo della detrazione IRPEF del 65% spettante, per la cessione della propria quota a favore delle imprese, che hanno realizzato i lavori condominiali, alle quali viene così riconosciuto un corrispondente credito d’imposta, a titolo di parziale pagamento della quota di spese dovute dal soggetto incapiente.

In merito, si evidenzia che dalle prime anticipazioni sulla Manovra 2017 sembrerebbe che tale regime alternativo di fruizione della detrazione, attualmente riconosciuto solo per le cd. “fasce deboli”, dovrebbe essere ampliato nel suo ambito applicativo e modificato nelle modalità di fruizione.

A tal riguardo, come richiesto anche dall’ANCE, il meccanismo della cessione della detrazione non dovrebbe essere a carico dell’impresa che esegue i lavori, bensì dovrebbe essere previsto l’intervento del sistema bancario.

 



<< Torna alla pagine precedente