Area riservata

 
 
 







LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Accordo sindacale 24 gennaio 2017 di rinnovo del Contratto Collettivo di Lavoro per la provincia di Verona 12 dicembre 2006

Il 24 gennaio 2017 ANCE Verona Costruttori Edili e Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea Cgil di Verona hanno sottoscritto l’accordo sindacale di rinnovo del Contratto Collettivo di Lavoro per la provincia di Verona 12 dicembre 2006 integrativo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti delle imprese edili ed affini (Edilizia industria). L’intesa si è determinata, passati 3 anni dalla scadenza del precedente, nel recepimento le direttive del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per l’attuazione di Piani Industriali per la razionalizzazione e la sostenibilità del sistema bilaterale edile, con l’obiettivo di evitare un aumento dei costi per le imprese mantenendo inoltre il sistema di welfare senza penalizzare i lavoratori nonostante la pesante crisi che sta attraversando il settore da diversi anni. Gli aumenti di costo introdotti dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, quali l’aumento della contribuzione al Fondo per l’Anzianità Professionale Edile, la contribuzione al Fondo lavori usuranti e Pesanti, sono stati assorbiti, riducendo alcune prestazioni e utilizzando risorse interne alla Cassa Edile, evitando l’aumento degli oneri per le imprese edili. Infatti rimane invariata la contribuzione totale alla Cassa Edile di Verona; rimangono invariati, inoltre, gli importi vigenti relativi alle indennità di trasferta e di mensa. Vengono incrementate le risorse per la formazione “imprenditoriale”, e vengono previste risorse per investire nella sicurezza degli ambienti di lavoro. Una novità dell’accordo sindacale riguarda l’erogazione di un contributo a carico del datore di lavoro dell’importo di euro 10,00 mensili per il personale operaio da versare al Fondo di previdenza complementare contrattuale di settore “PREVEDI” a decorrere dal mese di gennaio 2017.

<< Torna alla pagine precedente