Area riservata

 
 
 









LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Le cessioni di Terreni agricoli con limitata possibilità di edificare non dovrebbero produrre plusvalenze imponibili – Studio Consiglio Nazionale del Notariato n.32-2017/T e n. 21-2012/T

Con riferimento ai terreni agricoli, le prescrizioni urbanistiche possono prevedere, oltre all'assoggettamento ad un vincolo di totale inedificabilità, anche un modesto e limitato diritto ad edificare strumentale alla conduzione del fondo (relativo, ad esempio, ai magazzini, ai ricoveri per animali, ecc.). In sede di cessione di tali terreni, è dubbio se l'eventuale plusvalenza debba essere ricondotta tra quelle relative a terreni non edificabili (sempre imponibili per i terreni acquistati a titolo oneroso posseduti da non più di 5 anni) oppure ad aree edificabili (tassabili in ogni caso), disciplinate dall'art. 67 co. 1 lett. b) del TUIR. A favore della prima soluzione si è espresso il Consiglio Nazionale del Notariato (studio n. 32- 2017/T e n. 21-2012/T), per il quale l'alienazione dei terreni agricoli con un limitato diritto di edificazione non dovrebbe produrre plusvalenze imponibili.


    << Torna alla pagine precedente