Area riservata

 
 
 









LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Detrazione IVA per le fatture ricevute nel 2017

Le modifiche apportate dal DL 50/2017 alle regole in tema di detrazione dell'IVA e registrazione delle fatture d'acquisto e i chiarimenti contenuti nella circ. Agenzia delle Entrate N. 1/E del 17 gennaio 2018 hanno reso molto più frequente l'eventualità in cui l'esercizio della detrazione possa avvenire per il tramite della dichiarazione annuale e non attraverso le liquidazioni periodiche. Con il documento di prassi citato è stato chiarito che il momento dal quale decorre il termine per esercitare il diritto alla detrazione, deve essere individuato nel momento in cui si verifica, in capo al cessionario/committente, la duplice condizione dell'avvenuta esigibilità dell'imposta e del formale possesso della fattura. In sostanza, per le fatture ricevute entro la fine dell'anno 2017, a fronte della registrazione nelle liquidazioni periodiche, può esserci una strada alternativa, consistente nell'annotazione dei documenti nei primi quattro mesi dell'anno successivo, ma in apposito sezionale riferito alle fatture ricevute nel 2017. In quest'ultimo caso, l'imposta, pur non transitando nelle liquidazioni periodiche, potrà essere detratta e verrà "recuperata" tramite la dichiarazione IVA annuale. Diverso è il caso in cui, a fronte della medesima operazione, avvenuta nel 2017, il cessionario abbia ricevuto la fattura, ad esempio, nel mese di marzo 2018. Solo da questa data, infatti, sarà possibile esercitare la detrazione, benché l'esigibilità sia sorta nell'anno precedente.


    << Torna alla pagine precedente