Area riservata

 
 
 









LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Appalti pubblici: La Commissione Europea chiede all’Italia di conformarsi alle norme UE sui pagamenti

La Commissione Europea ha deciso di inviare in data 7 giugno 2018, un parere motivato all’Italia in quanto il suo diritto nazionale non è conforme alla direttiva sui ritardi di pagamento (direttiva 2011/7/UE).Laddove non sia modificato il Codice, per l’Italia scatterà il deferimento alla Corte di giustizia (per l'Italia è la seconda volta sui pagamenti, dopo quella promossa dall’ANCE nel 2014), che in caso di condanna comporta sanzioni, da pagare sul pregresso e per ogni giorno di ritardo nel mettersi in regola. Da notare che proprio l’ANCE è stata fin dall’inizio portabandiera – a livello nazionale ed europeo - nella denuncia della piaga dei ritardati pagamenti in Italia, quantificandone l’enorme portata e i devastanti effetti. L’ANCE è infatti dal 2013 referente privilegiato nei confronti della Commissione Ue sull'attuazione della direttiva pagamenti in Italia. A tale proposito, si ricorda che il 15 maggio 2018 nel corso dell’Audizione preliminare all’esame del Documento di economia e finanza 2018, l’ANCE aveva evidenziato la necessità di riallineare la disciplina sui pagamenti del corrispettivo di appalto alla normativa europea, introducendo un termine massimo per la redazione dei SAL (non superiore a un mese), nonché un termine per il pagamento dei lavori, che deve essere non superiore a 30 giorni dal SAL stesso.


    << Torna alla pagine precedente