Area riservata

 
 
 









LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Standard europeo di fattura elettronica per gli appalti pubblici – (Novità dello schema di DLgs. di recepimento della direttiva 2014/55/UE)

Lo scorso 27 settembre, il Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare lo schema di decreto legislativo che recepisce la direttiva 2014/55/UE, volta a uniformare, a livello europeo, le regole di fatturazione elettronica nell'ambito degli appalti pubblici. Il decreto prevede che, a partire dal 18 aprile 2019, le Amministrazioni pubbliche e gli enti aggiudicatori saranno tenuti a ricevere e a elaborare fatture elettroniche conformi al modello semantico europeo (nei formati "UBL" e "CII") ricevute dagli operatori di altri Stati membri in esecuzione di contratti pubblici di appalto. Per le amministrazioni sub-centrali, l'obbligo entrerà in vigore dal 18 aprile 2020. Si osserva che, per l'individuazione dei soggetti obbligati, occorrerà fare riferimento sia all'art. 3 co. 1 lett. a) ed e) del DLgs. 50/2016, sia all'Indice delle Pubbliche Amministrazioni (art. 1 co. 2 della L. 196/2009). Le regole tecniche di fatturazione verranno definite con provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate, integrando quelle attualmente previste per la fatturazione elettronica nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni (DM 55/2013). I documenti transiteranno dal Sistema di Interscambio, che perciò dovrà essere opportunamente adeguato alla ricezione e "traduzione" dei formati europei.


    << Torna alla pagine precedente