Area riservata

 
 
 









LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

Il costo delle aree cedute gratuitamente riduce la plusvalenza (Ordinanza Corte di Cassazione n. 23702 del 1° ottobre 2018)

Secondo quanto deciso dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 23702 del 1° ottobre 2018, per il calcolo della plusvalenza originata dalla cessione di un terreno edificabile, che risulta imponibile ex art. 67 co. 1 lett. b) del TUIR, al costo fiscale dell'area ceduta si deve sommare anche il costo sostenuto per l'acquisizione di altri appezzamenti ceduti poi gratuitamente al Comune per ottenere la volumetria necessaria. Ad avviso della Corte, si tratta di costi inerenti ad un'unica iniziativa urbanistica e come tali devono essere sottratti al prezzo di cessione per il calcolo della plusvalenza. L'Autore osserva che la sentenza in argomento risulta sicuramente di interesse, in quanto spesso i Comuni, in cambio dell'edificabilità o di maggior volumetria per un'area, richiedono al proprietario la cessione gratuita di altri terreni per poterli destinare ad opere di interesse pubblico.


    << Torna alla pagine precedente