Area riservata

 
 
 









LINK UTILI


ANCE
Comune di Verona
Provincia di Verona
Regione del Veneto
Camera di Commercio di Verona
Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture

In arrivo le comunicazioni d’irregolarità per differenze tra volume d'affari emergente dalla dichiarazione e l’importo delle operazioni comunicate tramite lo spesometro - (provvedimento Agenzia delle Entrate n. 237975 dell’8 ottobre2018)

Con provv. Agenzia delle Entrate n. 237975 dell’8 ottobre 2018, sono state definite le modalità con le quali sono messe a disposizione dei contribuenti e della Guardia di Finanza le informazioni derivanti dal confronto fra il volume d'affari dichiarato e i dati comunicati dai contribuenti stessi e dai loro clienti attraverso lo "spesometro" (art. 21 del DL 78/2010, nella versione vigente sino al 23 ottobre 2016). In particolare, qualora dal predetto confronto sia rilevata un'anomalia: • l'Agenzia delle Entrate invia al contribuente una comunicazione a mezzo PEC contenente i dati previsti dal provvedimento in esame; • il contribuente può chiedere informazioni, segnalare eventuali elementi, fatti e circostanze in grado di giustificare la presunta anomalia rilevata dall'Agenzia delle Entrate, nonché regolarizzare la situazione avvalendosi dell'istituto del ravvedimento operoso (art. 13 del DLgs. 472/97).


    << Torna alla pagine precedente